AREA MESSAGGI

Utilizziamo questa pagina per scambiare informazioni, comunicare e organizzare le nostre uscite

140 pensieri riguardo “AREA MESSAGGI

  1. Bello l tuo blog. Sono appassionato di tenkara fai da te e cerco di migliorarmi anche con i tuoi consigli presenti e futuri.
    Auguri per il tuo blog
    Ciao

  2. Ciao…io mi sono autocostruito una canna finna in bamboo lunga 1,80 per provare a pescare a tenkara nelle rogge del friuli collinare…ho una domanda però…nel vostro sito c’è scritto che come lenza vengono usate crine di cavallo a treccia, ci sono altri metodi per realizzare la “coda di topo” per il Tenkara (non so tipo monofilo piu spesso dei soliti ecc…)???

    GRAZIE MILLE SPERO DI ESSERE STATO PRECISO NELLA DOMANDA

  3. Ciao Luca, preciso che la lenza in crine è tipica della pesca alla valsesiana, non della tenkara. Io utilizzo prevalentemente flurocarbon da tenkara che presenta un peso specifico elevato rispetto al diametro. Per essere chiaro, a parità di diametro (es. 0,32 mm) il nylon pesa meno del fluorocarbon e di conseguenza risulta difficile proiettarlo con la sola energia della canna ed una mosca all’altro capo della lenza. Per iniziare puoi provare con semplice nylon magari salendo di diametro fino allo 0,40 e oltre fino a che il risultato nel lancio non ti soddisfa. Se vorrai, dopo i primi esperimenti, potrai trovare senza problemi in internet il fluorocarbon per la tenkara. Se ti servono riferimento di negozi on line per l’acquisto scrivimi qui.
    Ciao

  4. Ciao sono Nicola,
    abito a Muggia, provincia di Trieste. Pesco a Tenkara da qualche anno dopo un percorso di pesca “a ritroso”. Dalle tecnologiche tecniche Tlt sono passato al refendù, poi alla Valsesiana e due anni fa definitivamente alla Tenkara. Pesco anche in risorgiva dove ho avuto grandi successi e dove altri moschisti mi guardano come un marziano. Fa piacere sapere che non sono solo ! Mi piacerebbe uscire a pesca e condividere la mia esperienza assieme a voi! Arzino, Resia, Chiarsò, Varmo, Gronda, Natisone e molti altri i fiumi i fiumi che frequento. A presto.

  5. Ciao Nicola, sono contento di conoscere un altro appassionato della tenkara. Frequentiamo quasi gli stessi posti quindi non credo sia difficile organizzare un’uscita insieme. Non ho ancora avuto la possibilità di testare la tenkara in risorgiva quindi questa potrebbe proprio una delle prime uscite insieme. Gronda, Natisone non ho ancora avuto il piacere di testarli.
    Ho conosciuto da poco tempo un altro ragazzo che pesca a Valsesiana, si chiama Massimo ed anche con lui inizierò quest’anno ad organizzare alcune uscite in compagnia. Anche se è prematuro dirlo, come da intento riportato in homepage del mio blog, comincia a prendere forma un piccolo (o forse micro!) gruppo di “appassionati della fissa”. Speriamo pian piano di crescere in numero e poi chissà, un giorno, magari faremo il primo raduno in Friuli tenkara-valsesiana. I torrenti adatti non mancano nella nostra regione. Possiamo tenerci in contatto via mail per organizzarci. L’apertura della pesca è vicina e io sono pronto ai blocchi di partenza! Ciao, a presto

  6. Ciao
    Quest anno proverò anch io a passare dalla coda tradizionale al Tenkara. La canna deve ancora arrivarmi, ma visto l’andamento meteo non c’è fretta!
    Possiamo tenerci in contatto, io abito a Udine e come scrivi giustamente tu, qui da noi i posti non mancano. Alla prossima mandi

    1. Ciao Raffaele, vedrai che il passaggio alla tenkara ti stupirà per divertimento e catture. Oggi ho fatto la prima uscita in Meduna a Tramonti, temperatura decisamente rigida e nessuna cattura. A tenermi compagnia solo un branco di camosci incuriositi. Non ho visto nemmeno un pescatore, Mosca o al tocco. Molto strana la cosa. Comunque la stagione e’ agli inizi e non c’è da stupirsi di tornare a casa con un bel cappotto. Ciao

  7. Ciao ,
    Sinceramente ero stupito quando ho visto questo blog.. da quasi 2 anni che seguo Tenkara usa e da 2 anni che penso di comprare una canna Tenkara… il semplice motivo di nn averlo fatto è che non ci conosco niente alla pesca in fiume e quindi non sapevo qual’è la canna adatta per me.
    io vivo a Milano e faccio campeggi selvaggi a volte, vado in montagna dove ci sono i torrentini piccoli, dove nessuno ha mai toccato e a volte vado anche in torrenti normali…. quindi ci ho pensato all’Amago 4.10 come prima scelta,dato che è una canna rigida e potrebbe risolvere tante situazioni, e l’iwana 3.60 m come seconda scelta ….
    dato che cambio spesso posti, secondo voi cosa devo scegliere? la prima è rigida ma dicono sul forum di tenkara usa che è un po pesante, la secondo è più o meno perfetta perchè ci sta per tutto, ma la prima è più rigida nel caso che beccasse un pesce di taglia….
    poi per le misure cosa mi consigliate, secondo voi L’amago 4.10 è abbastanza lunga no?

    1. Ciao, ho posseduto entrambe le canne che vorresti acqusitare. Sicuramente la Amago è adatta a pesci di una certa taglia e i 4 metri e 10 sono più che sufficienti. Se cambi spesso posto la Iwana, anche se molto più piacevole nel lancio e nella pesca rispetto alla Amago, ti limiterebbe troppo su torrenti medio-grandi. Sinceramente per non toglierti il piacere della pesca dovresti prenderle tutte e due. L’alternativa è andare su canna un po’ più vicina alla tenkara made in japan e quindi potresti provare questa (http://www.tenkaratimes.co.uk/tenkara-gear-storefront/le-boutique/nissin-zerosum-) o un’alternativa economica a TenkaraUSA (http://www.tenkaratimes.co.uk/tenkara-gear-storefront/motive-390-tenkara-rod). Partiamo sempre dal presupposto che le canna da tenkara “originali” sono tarate per la taglia dei pesci presenti nei torrenti giapponesi, quindi trote medio-piccole. Poi c’è il fenomeno di “occidentalizzazione” della tenkara che ha generato appunto canne più adatte a pesci medio-grandi andando però a cambiare drasticamente l’azione. Io possiedo la Sakakibara Special che oltre ad essere una favola è decisamente morbida ma allo stesso tempo tenace tanto che qualcuno ci ha tirato su una carpa. Se ti guardi qualche video giapponese (non made in USA) noterai che tutte le canne hanno azione molto morbida e parabolica. Ecco, quelle sono canne puramente da tenkara.
      Tenkara USA ha tutti i meriti di aver diffuso e reso nota questa stupenda tecnica ma, allo stesso tempo, ne ha decisamente alterato le caratteristiche principali. Alcuni utenti del forum di Tenkara USA sono arrivati a proporre addirittura la pesca in high stick nymphing oppure l’uso di popper per il bass.
      Dai un’occhiata nel web, ci sono molte alternative a Tenkara USA per l’acquisto di canne (Esoterik tackle, Tenkaratimes, Tenkara Pyrenees, ..), a volte a prezzi più vantaggiosi per chi vuole iniziare.

      1. quello che vuoi dirmi è che i tenkara Usa non sono un gran che e ci sono tanti prodotti migliori nel mercato ?? La nissin ad esempio è una buona canna ma 300 euro sono anche troppi per me … La motive invece non ne ho mai sentito e non vedo grandissime recensioni!!
        dato che hai provato tutte queste canne, tu cosa mi proponi come qualità-prezzo?
        io ho visto che c’è gente che ha preso delle trote favolose con la Iwana, invece con la Amago, ho visto che non piace molto perchè è pesante!!
        io non vorrei una canna rigidissima , ma non voglio neanke una canna che al secondo pesce si spezzi come la tua ITO :S vorrei qualcosa nel mezzo…
        Secondo te commincio con la Iwana e di conseguenza mi compro la Amago, o rinuncio alla tenkara Usa !!
        come faccio!!
        GRazie infinite per il tempo che dedichi per me…

      2. Un’altra cosa , io noto che abbia ragione.. alla fine gli americani hanno cominciato poco tempo fa a produrre canne Tenkara, mentre i giapponesi lo fanno da una vita… sono sicuro che una canna giapponese valga 100 volte una canna americana… quindi se mi sconsigli la Tenkara Usa, mi indicheresti una canna giapponese buona al livello di qualità prezzo!! che ne dici della motive? per la nissin c’è il 6:4 e la 7:3 , tu cosa sceglieresti?
        grazie

        1. Purtroppo non ho avuto il piacere di provare tutte ma sicuramente un prodotto giapponese difficilmente ti deluderà. La Iwana e’ stata la mia prima tenkara e la prima con cui ho catturato, quindi di questa non posso parlar male. Comincia con questa e non resterai deluso. Poi però, se vorrai fare altri acquisti prova a cambiare strada. Nel catalogo 2013 di The Italians hanno inserito le Nissin e sembra che i prezzi partano da 115 euro. Il sito e’ in costruzione ma sarà una buon mezzo per gli acquisti. Credo partirà tra aprile e maggio. Per ora ho provato gli estremi, da una parte Tenkara Usa e dall’altra le canne di Sakakibara. Non posso quindi esprimermi su ciò che sta nel mezzo. Ciao

      3. La nissin quella che cosa 280 euro la metteranno a 120? o altri modelli sempre migliori della tenkara usa? perchè al massimo aspetto 15 o 20 giorni…
        so che chiedo troppo ma sono nuovo in questo mondo… io ho solo scarpe da trekking e nei tuoi filmati avevi i waders e scarponcini a parte o sbaglio? mi daresti qualche direttiva per un acquisto di waders e se le mie scarpe possono essere utili con waders senza scarponcini incorporati?
        grazie

        1. Non credo ci saranno ribassi di quel genere, molto difficile. Non resta che aspettare e tenere sotto controllo il loro sito. Per quanto riguarda i waders non sono in grado di darti consigli perchè li ho acquistati circa 8 anni fa e da allora non mi sono più interessato a questi articoli. Leggi il forum di pipam ricercando l’argomento “waders” e troverai un sacco di opinioni in merito per farti un’idea. Io ho acquistato gli scarponcini con suola vibram alla decathlon e i waders della fishermotion in negozio.
          Ciao

  8. Ciao a tutti,
    oggi apertura sulla Roggia Zuina o Gronda che dir si voglia. Non pensavo neppure di poter pescare e invece addirittura ho visto il sole !!!! Pochi gradi e pochi pesci, ho provato di tutto, è andata bene una grossa ninfa arancione, 5 pesci agganciati ma nessuno è arrivato a tiro di guadino….Uscita poco ortodossa per il tenkara ma a me piace pescare con la fissa anche in risorgiva poichè trovo questa tecnica perfetta per non disturbare l’ambiente e per pescare con la ninfa a vista! Mi accontento aspettando di andare nei nostri amatissimi torrenti dove poter pescare veramente a tenkara con la tecnica sutebari!

    1. Anche per me uscita poco ortodossa con pesca esclusivamente “sotto” nel Meduna a Tramonti prima nel no kill poi sul libero fino oltre il campeggio. Zero catture, zero pescatori, zero controlli. Ho battuto come un fabbro ogni buca ma il nulla. Speriamo sia legato solo alle temperature estremamente rigide. Anche io aspetto con ansia la stagione buona per i “nostri torrenti”.
      Ciao

  9. Ciao a tutti!!
    volevo chiederti un po di info riguarda I flies e i fili…
    La prima cosa , ho visto che hai 3 o 4 lunghezze di fili!! ci puoi spiegare come li usi!! si può per esempio avere il filo sempre della stessa lunghezza e cambiare la lunghezza del tippet…
    Dove si può acquistare il filo della tenkara, che tipo usi o mi consigli?
    Idem per i flies, da dove si comprano, e se ci suggerisci di qualche tipo che usi!!
    Grazie…

    1. Ciao, la lunghezza della lenza solitamente va da una lunghezza pari alla canna fino ad una volta e mezza la lunghezza della canna e oltre. Per iniziare è meglio iniziare “corto” poi, quando prendi mano, provi ad allungare. E’ vero che ho diverse lunghezze di filo ma pesco quasi sempre con 6 metri di lenza in fluorocarbon con un terminale dello 0,14 lungo 1,5 metri. Cambiare solo la lunghezza del tipper, come dici tu, non funziona in quanto è il fluorocabon della lenza che ti permette di lanciare in modo corretto. Il tippet non ha inerzia e, a parità di lunghezza della linea, anche allungando il tippet probabilmente la mosca ti cadrebbe sempre nello stesso punto. Questa “scappatoia” purtroppo non funziona. Io ti consiglio di acquistare su tenkaratimes questa Sanyo Valcan Applaud tenkara level line nella misura 4.5 se devi iniziare per poi passare, quando avrai più pratica, alla misura 3.5. Per le mosche, dato che me le costruisco, non ti posso molto aiutare. Anche su tenkaratimes ci sono mosche ma ho visto che il link non funziona. In alternativa potresti provare il “Tenkara Flies – Pack 2” sul sito ESOTERIC TACKLE. Io generalmente pesco con mosche con corpo scuro (nero, marrone) con hackle in pernice o gallina.
      Ciao

  10. Canna arrivata! Ci siamo, ora manca solo il momento buono di iniziare la nuova avventura.
    Tempo permettendo questa sera proverò a fare i primi lanci sulla roggia Zuina. (torrenti fuori gittata utile)
    ciao

      1. Ciao
        Sono soddisfatto delle prime due uscite. La prima la settimana scorsa sulla roggia Zuina ho provato a fare i primi lanci e sono rimasto sorpreso dalla facilità con cui riuscivo a gestire canna e lenza. Ho usato una level #4 da 4 mt più 1,5 mt circa di finale da 0,14 (la canna è 3,6 mt). Non ho preso niente, ma non era questo il mio obiettivo. Nessuna parrucca, nessun nodo tutto liscio..tranne aver perso alla fine tutta la lenza finita chissà dove. Pazienza.
        Poi la seconda prova l’ho fatta sull’ torrente Orvenco. Qui ho anche battezzato la canna prendendo qualche trotella scatenata. Quasi tutte le ho prese animando la mosca sotto il pelo dell’acqua richiamandola con la punta della canna.

        1. Come inizio mi sembra più che buono! Che soddisfazione le prime catture! Ho dato un’occhiata sul web relativamente alla roggia Zuina (www.pescanellabassafriulana.it/html/zuina.html) e sembra promettente. Il torrente Overco invece non lo avevo mai sentito nominare. Comunque bravo perchè non tutti iniziano con la level visto che la treccia è più semplice da lanciare. In più ti sei cimentato nel sutebari con relative catture quindi ottimo esordio.
          Ciao

  11. Ciao
    cos’è la differenza tra il filo 4.5 e 3.5?
    tu peschi con flies galleggianti? cambia l’attrezzatura per i flies galleggianti?
    ho visto le canne Pyrenees, ne hai usato qualcuna?
    tra la iwana e le pyrenees cosa mi consiglieresti?
    tu avresti una canna da vendere?
    Grazie.

    1. Il 3.5 corrisponde circa ad un filo diametro 0.32. Si tratta solo di numerazioni giapponesi diverse da quelle standard. Le mosche da tenkara possono essere classificate come wet flies, non si usano solitamente dry flies. Le canne pyrennes non le conosco, ho avuto la iwana ed è una buona canna. Purtroppo non ho canne da vendere. Ciao

    2. Buongiorno. Leggo ora questo messaggio anche se risale a molto tempo fa.
      Se ti interessa ancora, ho comprato da Tenkara Pyrénées due canne: Decouvert 3.60m 6:4 e Exploration 3.20m 5:5. Sono ottimamente rifinite e ti vengono spedite con il loro tubo e custodia. Trovo siano di buona qualità e per farti un esempio, il “lilian” ovvero il cordino rosso a cui legare la lenza, è fissato al cimino tramite un micro inserto rotante quindi gira su se stesso senza attorcigliarsi!
      In pesca le trovo leggere e buone in azione, anche se devo dire che le lenze che ti vendono loro, sono troppo pesantine. Questo significa che il lancio è facilitato soprattutto se tira fastidioso vento ma per me, la canna è inutilmente sollecitata.. Poi se trovi pesci sospettosi e non controlli bene il lancio, la lenza fa troppo casino quando tocca l’ acqua rischiando di far partire il pinnuto!
      Come mi ha consigliato tenkarafriuli, usa il prima possibile delle level 4# fluoro carbon oppure come faccio io, costruisci delle treccine ultra leggere in nylon di qualità che sono un buon compromesso.
      Ciao.
      Francesco

  12. Salve a tutti.Veloce e sintetico. Vorrei costruire una canna tenkara partendo da un grezzo o da una canna fissa. Mi consigliate delle canne o dei grezzi ? Grazie

    1. Ciao Emanuele, ti anticipo rapidamente quello che scriverò nell’articolo “tenkara cheap set”. La canna in questione è la BACCHETTA MAGICA della MILO nella lunghezza 4.5 m. Per ora l’ho solo sventolata in aria ma l’impressione è ottima. Peso 90gr e cimino con calzetta in lilian proprio come nelle canne da tenkara. Diametro della canna alla base 16 mm alla quale andrà aggiunta l’impugnatura per rendere il tutto più ergonomico. Da chiusa è lunga 105 cm quindi eliminando l’ultima sezione possiamo ottenere una canna da 3,5 m adatta ai torrenti più piccoli.Se sei della zona di Pordenone posso indicarti un negoziante che fa prezzi ottimi.
      Il resto lo troverai prossimamente nell’articolo sul mio blog, ciao

      1. Buongiorno.
        Mi sto’ interessando da qualche mese a questo tipo di pesca e devo dire che mi attrae sempre di più, essendo anche appassionato del fai da te, mi sembra interessante per iniziare l’idea di adattare una canna fissa, nello specifico la Bacchetta Magica della Milo.
        Posso chiederti dove posso trovarla in Friuli?
        saluti e grazie Giuseppe

        1. Ciao Giuseppe, la Bacchetta magica non è male ma considera che non essendo una canna da tenkara non ha ne l’azione ne le caratteristiche strutturali adeguate. In ogni caso per i primi lanci potrebbe andare. Io ne avevo comprata una nel negozio di pesca di Brugnera, poi però al terzo lancio si è spezzata in ferrata. Forse era fallata o forse non è adatta alla tenkara. In ogni caso la puoi acquistare su internet senza problemi, è disponibile un po ovunque nel web. La misura più è 4,5 m che per la tenkara è una lunghezza già importante. Il prezzo è di circa 60 euro ma con 89 euro puoi avere lo starter kit con canna da 3,6, lenza e mosche. In ogni prova la bacchetta ma considera che non stai usando una canna da tenkara con tutte le conseguenze del caso. Ciao

  13. Salve a tutti! Sono alla ricerca di un torrente per una pescata questo mercoledì, qualcuno mi sa dare qualche suggerimento ?

  14. Ciao a Tutti! Provato il Cornappo, sopra la diga di Debellis, ho pescato poco più di un ora tra una pioggia e l’altra. Molta acqua ma non troppo velata. Sei trote a riva e alcune perse…Sia con sutebari che con la secca…Peccato non poter continuare anche se le trote erano piccole, la valle e il torrente meritano sicuro una visita. Qualcuno ha notizie della roggia di Gleris ?

    1. Ciao Nicola, sono contento che il consiglio che ti avevo dato sulla destinazione ti abbia soddisfatto. Per quanto riguarda la roggia di Gleris mi risulta sia ben popolata e sto aspettando che un amico che pesca a valsesiana mi ci porti per capire se sia uno spot adatto alla “fissa con le piume”.
      Ciao

  15. Qualcuno è andato a Paularo a pesca sul Chiarsò? Tratto no kill? Suggerimenti alternativi per una uscita per la prossima settimana? Grazie per le risposte!

  16. ciao mi chiamo Andrea sono di vicenza,frequento il brenta alto,astico e torrenti agno e chiampo,vorrei avvicinarmi alla tecnica tenkara ,è da qualche anno che ho iniziato a pescare a mosca.Vorrei chiederti che attrezzatura posso acquistare per iniziare ? ti ringrazio Andrea

    1. Ciao Andrea, per evitare spese eccessive e assaggiare comunque la tecnica della tenkara ti consiglio di acquistare la canna LA BACCHETTA MAGICA di Milo. Non è una canna da tenkara ma per peso ed azione si avvicina abbastanza alle canne specifiche. Presenta sul cimino il Liliana, cioè il cordino che serve ad agganciare la lenza. Pesa molto poco (90 grammi) ed è lunga 4,5 metri. Il costo e’ di circa 60 euro, io l’ho trovata per 44. Dovrai provvedere ad adattare l’impugnatura magari creandone una con il nastro impiegato per i manubri delle bici da corsa. A questa canna puoi abbinare una level del 4 (se hai già una buona sensibilità nel lancio) oppure utilizzare i trecciati (StreamsideFurledLeaders)avendo un peso maggiore ti permetteremo di “sentire” meglio la canna. Ciao

  17. Ciao a tutti,
    da due anni pratico il tenkara in Umbria sul mio fiume, il Topino.
    Complimenti per il blog, finalmente un sito italiano dedicato a questa affascinante tecnica.
    Io pesco con killer bug e kebari in lana e pernice, Iwana 11″, daiwa Sagiri 45-39 e Soyokaze 24R, sono in attesa della mia prima Suntech Field Master 39.
    Vi aspetto dalle mie parti.

    1. Ciao Sergio, mi sembra dalla attrezzatura che possiedi che tu abbia già una buona dose di passione ed esperienza. Visto che anche io sono in attesa della Daiwa Sagiri 39 mi puoi dare una tua opinione? Non conosco la Suntech Field Master 39 ma dal visto il termine “master” promette bene.
      Ciao

      1. La Sagiri è stata la mia seconda canna e il primo impatto fu traumatico, essendo una canna da seriyu è estremamente morbida quindi bisogna lanciare level line molto esili io uso del nylon o del fluoro da 0.18 0.20 massimo.
        Devi forzare leggermente il lancio per far stendere correttamente il terminale.
        Una volta reimparato a lanciare è una canna stupenda, ti aspettano dei combattimenti assurdi con trotelle da 18 cm.
        Io poi la uso anche come canna da seriyu con esche naturali e piombata con max 1,2 gr ed è divertentissima lo stesso, considera che ci puoi pescare dai pesci rossi a carpe da 5-600 gr. con terminali dello 0,08!!
        La canna si piega fino al calcio ma non cede.
        la Field Master è di una ditta giapponese che costruiva canne per la Daiwa, è una 7:3 da keiryu prestata al tenkara (come la sagiri) la cosa bella è che è telescopica nelle misure 3,2-3,6-3,9 mt.
        Appena la avrò tra le mani ti farò sapere, dovrebbe essere in grado di lanciare anche le ninfe.

        1. Ammazza! Quindi mi devo procurare del fluorocarbon qualsiasi dello 0,20 visto che nei vari shop on line di tenkara al massimo di vedono level #3 (0,28 mm). Tu quale utilizzi in particolare (marca)? Mi sembrava di pescare abbastanza “light” già con una #3.5 con la canna del maestro Sakakibara ma mi sbagliavo. Dovrò considerare ancor più i dati relativi al vento nelle previsioni meteo!
          Ho visto le caratteristiche della Field Master e sembra moooolto interessante. Facci sapere, se poi vuoi inviarmi una piccola recensione da pubblicare ben volentieri.
          Ciao

      2. Per il fluoro io mo regolo cosi … quello che costa meno!!!
        Uso con soddisfazione anche lo s-missile di Awa-shima è un trecciato rivestito con nylon giallo fluo, un pò leggero rispetto alle level jappo ma molto visibile.
        Costruisco anche delle lenze coniche a nodi molto efficaci, sto provando anche a mettere a punto una lenza a nodi wf tutte con nylon da prezzo.
        Efficaci e economiche.

  18. Scopro proprio ora questo tuo stupendo blog, complimenti! Sono un pescatore a mosca ed anche un grandissimo appassionato di pesca con la canna fissa. Ho sempre costruito da me l’ attrezzatura utilizzando salice, bamboo, vecchie canne in fibra di vetro. Ora sono passato al carbonio e ultimamente ho acquistato materiale da Tenkara Pyrénées che sicuramente conoscerai. Ho scelto la canna base TKP Découverte 3,60m azione 6:4. Devo dire che usata con la lenza che fornisce lo stesso produttore è veramente facile da usare. Ora uso maggiormente un piccola canna da 2,80m in carbonio alto modulo autocostruita comprando vari pezzi fino a trovare la giusta azione per me. Pesco su piccoli torrenti di montagna in questo momento perciò trovo i 3.60m eccessivi per tale situazione.
    Stò cercando di costruire nuovi finali sempre più reattivi e come lunghezza ormai utilizzo il doppio di quella della canna, sia per pescare con la sommersa che con la secca.
    Riguardo alla pesca a ninfa, hai mai utilizzato la canna da tenkara? se si, che lunghezza di finale hai scelto?
    Seguirò i tuoi consigli e mi terrò in contatto visto che è difficile oggi trovare appassionati di Tenkara.
    Alla prossima.
    Francesco

    1. Grazie dei complimenti e complimenti a te per l’inventiva e il “fai da te”, quale più grande soddisfazione che pescare con qualcosa realizzato in autonomia. Per curiosità di dove sei? Per quanto riguarda la ninfa ci pesco solo se non ho alternative in situazione di basse temperature ad inizio stagione oppure in particolari buche nelle quali anche sfruttando le correnti presenti non riesco a far affondare a sufficienza la mosca. Il finale sia per le mosche da tenkara sia per la ninfa nel mio caso non cambia, 2 metri circa di 0,14 fluoro carbon. Teniamoci in contatto, io sono di Pravisdomini, se sei in zona possiamo organizzare un’uscita. Ciao

      1. Buongiorno. Ieri sera sono stato al torrente sotto la piogia battente con una micro ninfa amo 16 e terminale 0.12 ( 1mt ) che dopo tre abboccate, ha ceduto ad una fario un po nervosetta. Di dove sono? bella domanda! Allora: sono nato e cresciuto in Umbria pescando come un folle sul fiume Nera. Ho quasi tutti i parenti a Montebelluna e infatti ricordo di aver fatto una tappa in bici da corsa vicino casa tua precisamente Montebelluna-Vittorio Veneto-Motta di Livenza. Ovviamente ho pescato tantissimo nel Piave, ho volteggiato la coda di topo molte volte nel Cadore sul torrente Boite e infine grazie all’ arrampicata sportiva praticata a Erto, sono riuscito a pescare un paio di volte in Val Cellina. Ora vivo e lavoro in Francia appena il confine e precisamente in Alta Savoia. Pesco quasi ogni santo giorno su torrenti di montagna e fiumi in fondo valle. Torno in Italia abbastanza spesso e quindi se passo in Veneto ci organizziamo magari proprio nel Cellina. A proposito, com’ è la situazione attuale su quel torrente? si “muove” qualche cosa?
        Altra domanda, hai mai intrecciato il nylon per fare le lenza tenkara? ciao, a risentirci.

        1. Beh, hai girato un po’ ovunque. Per quanto riguarda il Cellina è sempre in gran forma, se lo lasciano in pace senza ruspe o centraline idroelettriche, rimane uno dei posti più belli e pescosi del Friuli.
          Per quanto riguarda il nylon intrecciato ho realizzato due lenze ma sinceramente non le ho mai usate perchè per ora solo fedele alle level in fluorocarbon. Un consiglio per il finale: se riesci a trovarlo in internet ti consiglio di provare l’Awa-Shima Ion Power Hexa (quello che riporta sulla bobina un cerchio rosso con scritta HEXA in rosso). Non è facile da trovare ma avendo un profilo esagonale mantiene sempre una buona rigida, senza parrucche e elevatissima resistenza al nodo e alla rottura. E’ fornito in bobina da 50 m.
          Se oltrepassi i confini fatti sentire così ci facciamo una pescata. Ciao

  19. Grazie per il consiglio. Sono sempre alla ricerca di materiali per questo fantastico modo di pescare.
    Le mie lenze le costruisco con spezzoni di nylon intrecciato, anzi precisamente ritorto ( 0.35 – 0.25 – 0.20 ) per ottenere una conicità e poi lascio una piccola asolina alla fine per collegare “loop to loop” il tip che scelgo in base alla mosca del giorno.
    Vantaggi: finali super reattivi che si stendono molto velocemente e quindi braccio meno stanco dopo una giornata a pescare.
    Svantaggi: devo sempre ingrassare il tutto con il silicone perchè altrimenti affondano in modo impressionante.
    Oggi proverò ad usare i finali conici a nodi che uso normalmetne a mosca e farò sapere.
    Buona giornata.
    Francesco

    1. In realtà il fatto che utilizzo level in fluorocarbon è proprio per ottenere, quando necessario, l’affondamento di lenza, finale e mosca sfruttando le correnti che “ingoiano” tutto il sistema. In alternativa la tecnica della tenkara prevede il fatto di tenere in acqua solo mosca e finale mentre tutto il resto della lenza è in sospensione. Quindi in realtà non sarebbe necessario ingrassare il sistema lenza. Quella che pratica tu è una interpretazione personale della tenkara dato che mi sembra di capire tu peschi esclusivamente con la mosca a galla o con la lenza a galla (nel caso di uso della ninfa). Preciso che io sono totalmente d’accordo con le interpretazioni personali visto che pescare è un divertimento e se ci si trova a proprio agio nel pescare in un determinato modo è del tutto lecito farlo.
      Quando avrai voglia di provare un’alternativa alla tua tecnica, metti una level # 4 e allenati nella pratica sutebari e nella pesca con sola mosca in acqua. Potrebbe essere per te un divertente e soprattutto proficua.
      Ciao

      1. Hai perfettamente colto nel segno e fai bene a sottolineare questo: la mia è una variante del tenkara scelta per la mia maniacale voglia di autocostruzione ed un po anche dalle esigenze di pesca.
        Infatti, a partire dalla canna passando per i terminali e arrivando poi alle mosche, tutto è stato sempre autocostruito su libera interpretazione di informazioni raccolte in rete e… test fatti in campo stando a mollo giornate intere!
        Ma, volendo entrare nella filosofia piena del tenkara, ho fatto un bel po di spesa sul sito Tenkara Pyrénées e prima della fine di questa settimana, avrò tutto il materiale ( a parte le mosche che costruirò dato che non riesco a farne a meno! ).
        Aspetto con impazienza di iniziare l’ immersione della vera essenza del tenkara.
        Farò presto sapere le mie impressioni di pesca.
        Ciao.

  20. ciao,volevo chiederti nella tenkara quali sono le mosche della classica pesca a mosca che si possono usare ? grazie

    1. A mio parere un po’ tutte, a parte le classiche mosche secche in gallo e soprattutto cdc, anche se in realtà c’è una mosca che costruisce il maestro Ishigaki (cerca Ishigaki kebari) che utilizza il gallo. Io principalmente, tra le standard della pesca a mosca, utilizzo terrestrial (cavallette, formiche con montaggio parachute e corpo in pavone) e le classiche sedge in cervo.
      Però se vuoi entrare totalmente nel mondo tenkara prova le tipiche da tenkara associando la tecnica sutebari e vedrai i risultati!
      Ciao

  21. Buongiorno! Oggi mi è arrivato il materiale di Tenkara Pyrènèes tra cui due canne 3.60m 6:4 e 3.20m 5:5.
    Piccolo è veloce test di pausa pranzo con il quale ho visto che è molto facile lanciare con la lenza di trecciato che ti fornisce la stessa ditta ma secondo me, si vuole una posa delicata di una evetuale mosca galleggiante, è meglio passare al fluoro carbon.
    Come mi hai consigliato, ho comprato in un negozio una bobina di level 4 # e mi sono portato al torrente uno spezzone di 4 metri con un metro di tip 0.12. Sono veramente soddisfatto di questa soluzione ed ho provato a lavorare con le sommerse in hackles di pernice sotto l’acqua con la sensazione iniziale un po strana di sentire tutto l’ insieme lenza-tip-mosca che rasentava il fondo!
    Ho provato anche una treccia di 3m level autocostruita in nylon ritorto 0.30 fatta per tutta la sua lunghezza solo con due fili e creata appositamente per la mia cannina 2.50m per torrentini infrascati: molto soddisfatto di come lavora.
    Il tenkara con tutti i suoi molteplici aspetti mi ha catturato e credo che non mi lascerà più! Mi sa che appendo al chiodo la mia 7.6′!
    Secondo te, per le giornate un po ventose o per eventuali canne da 4,50m, vale la pena comprare fluoro carbon di diametro maggiore del level 4#?
    Ciao.
    F.

    1. Sono contento che i miei consigli siano stati utili e ti abbiano dato soddisfazione. Il fatto che tu abbia la sensazione che la mosca rasenti il fondo è positivo considerando che nella tenkara è una delle varianti per raggiungere le trote posizionate negli strati d’acqua più profondi. Per alzare tutto il sistema è sufficiente che tu mantenga in acqua solo il finale e la mosca. Per quanto riguarda le giornate ventose purtroppo non ci sono molte soluzioni. Salire con il diametro del fluorocarbon ti farebbe perdere in piacevolezza del lancio, sensibilità nella ferrata e sovraccarico della canna. Puoi gestire la variante del trecciato (mediamente più pesante) per quando si alza il vento ed il fluoro quando tutto risulta più calmo. La forza del vento è per me forse il primo dato che considero quando consulto le previsioni prima di ogni pescata. Meglio la pioggia che il vento! Preferisco rinunciare ad un’uscita un po’ ventosa nella quale non riuscirei ad apprezzare il pregio della leggerezza e precisione del lancio e scegliere un altro giorno con vento max 5-10 km/h nel quale sfruttare a pieno le potenzialità di questa tecnica.
      Per la cronaca io sono quasi 3 anni che non uso più la classica 7,6!

      1. Domandavo questo perchè tipi come me andrebbero a pesca anche sotto la bufera!
        A parte gli scherzi, stò veramente apprezzando la leggerezza dell’ insieme lenza-finale-mosca nel tenkara e dico questo dopo circa due anni di esperimenti fai da te sulla mia tecnica che chiamerei: similvalsesiatenkara!
        Riguardo alle lenze fatte in nylon intrecciato ( precisamente trattasi di monofilo ritorto su se stesso ) devo dire che con monofili di alta qualità reperibili in molti negozi di pesca, riesco ad ottenere delle linee veramente sottili, discrete e alla fine anche economiche. Per esempio con una bobina di 100m pagata circa 19 euro ho fatto trecce per circa un anno.
        Tra l’ altro poi, grazie alle svariate colorazioni disponibili in commercio, si ottengono delle lenze molto gradevoli esteticamente e dall’ aspetto “antico”. Per intenderci: tonalità giallo ambra, verde oliva oppure marrone.
        Ti assicuro che è molto piacevole pescare con una cannina in bamboo e veder volteggiare questa treccina giallo ambra piuttosto che… un fluoro carbon arancione fosforescente!
        Comunque io consiglierei ai neofiti del tenkara che hanno già esperienza nella pesca a mosca, di provare subito le level in fluoro carbon per entrare immediatamente in contatto con il principio di leggerezza ed essenzialità tipico del tenkara e non fare come me che sono un “drogato” di trecciati in nylon!
        A presto.

        1. Immagino che i trecciati che crei siano performanti e anche esteticamente gradevole e sicuramente risentono meno del vento rispetto alle lenze in fluorocarbon. Le ho provate anche io ma preferisco le level, non arancio fluo perchè ritengo che se le vedo così bene io le possa vedere altrettando bene il pesce. Io utilizzo la Sanyo Valcan Applaud che ha una colore verde acqua, difficile da seguire con lo sguardo, ma decisamente performante nel lancio. Visto che noto ultimamente una certa partecipazione nell’area messaggio mi piacerebbe organizzare, se non quest’anno, il prossimo un raduno tra i tenkaristi del Fruili, vicino Veneto e chiunque altro voglia aggregarsi, magari nel Cellina. Chissà, tempo permettendo è uno degli obiettivi che mi sono prefissato.
          Ciao

      2. Per le giornate più ventose ho letto di una lenza in lega di titanio e nickel, dicono che sia leggermente elastica e resistente ad alcuni nodi, che avendo un elevato peso specifico consente di lanciare anche in situazioni difficili.
        Sto aspettando il materiale dagli USA dove ho preso il 6lbs pari a.008mm.
        Appena posso vi faccio sapere le prime impressioni in pesca.
        Ciao
        Sergio

  22. Buongiorno.
    Io sarei molto felice per un eventuale raduno ma già posso confermare che per tutto luglio e per tutto agosto, non posso muovermi dalla Francia causa lavoro. A meno che il raduno non venga fatto in Valle d’ Aosta.
    Questa mattina presto come un folle, mi trovavo in giardino a volteggiare la level in fluoro carbon con le nuove canne prese da TKP sotto lo sguardo compassionevole ed un po schifato della mia compagna alla finestra!
    Cosa ne pensi del lancio fatto con la canna che si muove lungo un piano parallelo alla superficie dell’ acqua per infilare la mosca sotto la vegetazione di riva opposta? sicuramente non rientra nello stile tenkara ma vorrei sapere un tuo parere.
    Poi leggevo il messaggio di Sergio riguardante una lenza in lega di titanio e nickel: sapete se in commercio si trovano bobine intere tipo 100m?

    1. Per quanto riguarda il raduno per ora è un mio obiettivo ma credo che sarà difficile organizzarlo per questa stagione. Nel frattempo il gruppo potrebbe infoltirsi ancor più!
      Poi per il discorso di volteggiare lenze in giardino ormai mia moglie e vicini di casa nemmeno ci fanno più caso!
      Il lancio parallelo all’acqua nella tenkara sinceramente mi capita moooolto raramente di doverlo utilizzare. In realtà ricordo di aver visto anche il maestro Sakakibara lanciare in parallelo (http://www.youtube.com/watch?v=zTld2_yAHO4 minuto 2.52) e quindi lo possiamo comunque considerare un lancio “da tenkara” . Per la tipologia di torrenti che frequento non ne ho particolare esigenza ma se sotto ad un ramo in riva opposta c’è un bel pinnuto in attività ogni lancio è lecito. Ricordiamoci che, pur nel rispetto delle caratteristiche principali di questa tecnica, l’obiettivo primario rimane quello della cattura del pesce, ovviamente secondo pratiche lecite.
      Lenze di titanio:
      ci sono alcuni esempi(http://www.aquateko.com/Knot_2_Kinky_Nickel_Titanium_Fishing_Leader_p/nt01615.htm OPPURE http://www.alltackle.com/american_fishing_wire_titanium_tooth_proof.htm) ma mi risulta siano già a misura solitamente da 15 piedi. Comunque per ora non li ho testati.
      Ciao

      1. Graze per le informazioni.
        La mia compagna dice che forse uno bravo potrebbe curarmi!
        Sono in pausa lavoro e guardo su youtube i video giapponesi sul tenkara: quante fonti di ispirazione e soprattutto… che voglia di pescare! mi prudono le mani e penso solo a stasera al torrente.
        Il lancio parallelo lo usavo già con le mie canne autocostruite per stanare il solito pesce isolato e rintanato sotto un tetto di arbusti tipico del fiume Nera in Umbria. L’ ho voluto provare con le nuove canne prese da TKP abbinate al fluoro carbon level per capire la reazione del sistema e sono soddisfatto.
        Ciao

  23. Buonasera.
    Questa sera primo temolo con la tenkara. Ha mangiato sul fondo di una lama d’ acqua tranquilla e non profonda.. quasi non mi accorgo di nulla.
    Tu come ti comporti pescando questo sospettoso pinnuto a galla, diminuisci il diametro della level e ne aumenti la lunghezza oppure usi la stessa lenza per le trote?
    In generale per le mosche in puro stile tenkara, quale è la misura dell’ amo da te più usata?
    Ciao.
    Francesco

    1. Solitamente non cambio assetto differenziando tra trota e temolo. Oggi ad esempio ho usato una sola e unica mosca sul 14 con finale di 2 m dello 0,12 e level 3.5 lunghezza 5,5 m. In questo modo ho preso molte trote e molti temoli senza bisogno di fare alcuna variazione.
      Ciao

      1. Bene, grazie sempre dei consigli.
        Dipende dalle zone e dai corsi d’ acqua allora. Io per esempio ‘stasera per tirare fuori due temoli, ho duvuto mettere lo 0.11 fluor carbon e presentargli una moschetta del 16.. Questo dopo aver preso 30 metri prima a valle diverse fario con lo 0,14 e una sedge da caccia.
        Stò ancora testando le canne di Tenkara Pyrénées cercando la lenza perfetta da abbinarci e sono soddisfatto di questo marchio, almeno a prima impressione.
        Ciao

  24. Buonasera.
    Continuano le uscite con le nuove canne, sia quelle comprate appositamente per questa tecnica e sia con quelle modificate da me.
    Ho lasciato con tristezza per due giorni i miei adorati torrenti per scendere a pescare nel largo fiume di fondo valle… Dopo l’ iniziale senso di impotenza con questa cannina tra le mani, devo dire che non sono rimasto deluso.
    La tecnica del tenkara avrà pure i suoi limiti, ma con l’ esercizio e la concentrazione, i bei pesci vengono fuori!
    Sai se è già possibile reperire le canne da tenkara che The Italians – Airflo importa dal giappone?
    Grazie
    Ciao

    1. Mi risulta sia sufficiente contattare Salvini di The Italians via mail o telefono (vai sul loro sito nella sezione contatti) e ti fanno avere ciò che ti serve. Ti do un consiglio: io ho fatto forse un percorso simile al tuo per il quale ho acquistato più canne (nel mio caso TenkaraUsa) per poi rendermi conto che, avere per le mani una canna da tenkara, significa possedere Shimano, Daiwa o se sei fortunato una sakakibara special. Valuta attentamente gli acquisti e consulta tutte le recensioni che trovi nei vari siti mondiali sul tipo di canna che vuoi acquistare. Meglio una canna ottima (più costosa) che tre canne mediocri. Con questo non intendo dire che le Nissin lo siano anche perchè non le ho provate ma internet ti permette di avere maggiori certezze nella scelta corretta della canna che desideri.
      Ciao

      1. Bene, cercherò di prendere contatti con Salvini.
        Nel frattempo come dici tu, non volendo fare spese affrettate e inutili, ho già iniziato a cercare recensioni in rete.
        Trovo a mio modesto parere le canne di Tenkara Pyrénées buone. Ne possiedo due e ho testato le altre tramite amici pescatori francesi i quali mi hanno confermato che a parte il modello base, tutte le altre canne sono importate dal giappone.
        L’ idea di avere una buona giapponesina tra le mani mi attrae troppo… ma con calma mi informerò sui modelli Sakura e Nissin.
        Grazie e ciao.
        Francesco

  25. ciao,questa mattina sono stato in un negozio a Brescia (io sono di vicenza)a prendermi la canna Nissin pro square 360 7:3 in piu mi sono preso una treccia in fluorocarbon,ho gia fatto i primi volteggi in giardino e distendo bene i 3,60mt piu il 1,5mt del finale,volevo chiederti dove posso trovare la level line in fluorocarbon per tenkara sul web o si puo trovare nei classici negozi di pesca? volevo complimentarmi per il tuo blog e ottimo……. Una cosa ma come ti chiami??? ciao

    1. Grazie dei complimenti, mi chiamo Davide ma come nickname (anche su Pipam o altri siti) uso Maska. Per quanto riguarda l’acquisto di level in fluorocarbon secondo me Tenkaratimes è quello che dispone delle migliori marche. Ti consiglio di iniziare con quelli dedicati alla tenkara, poi magari potrai con calma fare ricerche tra i normali fili. Se ha qualche buona dritta ti faccio sapere. Ciao

  26. Eccomi ancora sul tuo bel blog!
    Vorrei chiederti cosa ne pensi riguardo alla lunghezza e al diametro del tip.
    Mi spiego meglio: dopo svariati esperimenti di lenze e canne con relative serate passate ad intrecciare nylon e dopo aver scoperto i vantaggi del fluoro carbon, trovo che il buon compromesso per quanto riguarda il tip sia 0.14 diametro e 1,50-2 metri lunghezza.
    Ho difficoltà a lavorare bene con diametri inferiori che a volte ho usato per il temolo ( es. 0,11 ) e l’ unica soluzione trovata è stata quella di mettere un pre-tip 0,18.
    Ho l’ impresssione che pur rispettando i tempi nel lancio, quando arriva il momento in cui il tip dovrebbe più o meno distendersi, la mosca….. rimane in aria e indietro di due metri.
    Motivo per cui oggi porto sempre montati tip dello 0,14.
    Ciao
    Francesco

    1. Anche io uso praticamente sempre lo 0,14 in lunghezza 2 metri. L’ultima uscita, della quale ho inserito il report,ho utilizzato lo 0,12 ma sinceramente non ho risentito di problemi nella distensione del tip. A dirla tutta non è nemmeno così indispensabile ottenere una perfetta distensione del tip data la tecnica con la quale facciamo lavorare la mosca. Mi spiego: nel momento in cui il lancio avviene a monte e, in fase di discesa a valle, facciamo lavorare il vettino per animare la mosca capirai che il fatto che il tip sia perfettamente steso o meno è indifferente. La mosca a questo punto è già stata ingoiata dalle correnti e, steso o meno il finale, l’efficacia dell’azione non cambia. Spero di essermi spiegato. E’ ovvio che se intendi pescare con treccia semi-galleggiante com mosca secca in una piana omogenea priva di correnti superficiali la distensione diventa molto più importante. Io sinceramente non ho mai avuto necessità e voglia di pescare a tenkara in questo modo.
      Ciao

      1. Io parlo di tenkara con la mosca sommersa con lenza che se ne va sott’ acqua e pesca su torrentone alpino..
        Effettivamente non ci importa tanto che il tip sia disteso, ma a me capita che con lo 0,11 la mosca resta praticamente…. due metri indietro e in aria. Sul punto mirato arriva prima il punto di unione lenza-tip.
        Sono consapevole che il tenkara non è come la pesca a mosca e sarà sicuramente colpa del mio lancio non perfetto anche se sono concentrato molto sul tempo.. Ma inizio a pensare che sia proprio un problema di trasmissione dell’ energia.
        Tentavo di usare monofili sottili per ottenere l’ affondamento rapido e in alcune situazioni, per pescare il temolo.
        Mi piace molto lo studio del lancio nel tenkara e mi piacerebbe discutere di questo interessante e ben fatto blog o leggere qualche tuo pensiero a tal proposito.
        Ciao e grazie per il tempo che spendi a rispondere:
        Francesco

        1. Scusa se non ti ho risposto prima ma ero impegnato nel raduno valsesiana-tenkara a Varallo. E’ stata un’esperienza fantastica della quale farò a breve un resoconto. Ti rispondo sul tip visto che ho chiesto direttamente a Sakakibara come fare. Stranamente mi ha detto che la lunghezza deve essere al massimo 1 – 1,2 m, cosa che mi ha stupito. Sostiene che non vi sia alcuna utilità nel tip lungo ed anzi ci sia meno controllo della mosca. Se lo dice lui non si discute. Anche io fino ad oggi ho sempre esagerato nella lunghezza del tip.
          Per quanto riguarda il lancio ne discuteremo anche a fronte dei video che posterò nei quali il maestro Masami lancia.
          Ciao

      2. Sapevo del raduno. Un giorno mi piacerebbe vedere dal vivo questo maestro.
        Grazie per la risposta e… sono rimasto male anche io dal momento che i miei tip sono sempre stati oltre il metro abbondante!
        Sicuramente il controllo della mosca è maggiore… provero’ domani stesso il tip corto sul torrente.
        Spero anche di parlare al più presto di lancio.
        Ciao e grazie.
        Francesco

  27. Ciao, ex agonista schifato dal mondo delle gare, sono tornato al piacere della pesca “pura”, per cui bolo a passata a pesci nostrani (cavedani !!!!) e alla trota. Vorei iniziare a pescare a Tenkara, di canne me ne intendo abbastanza dopo 30 anni di agonismo, come dire, “le sento”, e ho peschicchiato anche a mosca un pò con mio cognato. Che mi dite del sito http://www.tenkaratimes.com ??? Vorrei acquistare due canne, sia per differenziare la potenzialità di pesca, sia perchè ci voglio portare anche mio figlio di 11 anni, che dite se predessi una 3,20 e una 3.60 ad azione 6:4 ??? Considerate che pescherei nel Tail Water Sieve, torrenti appenninici (appennino pistoiese, quindi Lima) o casentinesi (Solano, Comano), e in vacanza su torrentoni tipo l’Aurino. Non cerco attrezzi al top di gamma ma nemmeno roba mediocre ovviamente. Che mi consigliate ??? Grazie in anticipo e le altre domande a dopo.

    1. Ciao Daniele, non conosco la conformazione dei corsi d’acqua da te citati ma ritengo che a meno che non si tratti di torrenti infrascati e molto piccoli la 320 sia troppo corta per permetterti di avere un corretto controllo in passata. Io ti consiglio una 360 ed una 390 con le quali potrai affrontare la maggior parte delle tipologie di torrente. Per quanto riguarda il sito Tenkaratimes ti assicuro serietà e qualità dei materiali. Proprio ieri sono stato contattato dal gestore del sito per fare da tester per la nuova TRY TENKARA. Se hai pazienza di aspettare appena la provo scriverò una recensione con le mie opinioni in pesca. Altrimenti puoi orientarti sulla 1st STEP (360) e la MOTIVE 390. Per iniziare credo siano un ottimo compromesso. Ciao

      1. Grazie 🙂
        Aspetto la tua recensione, tanto non ho fretta.
        Una cosa però: la 390 che azione ha ? Da quello che leggo sul sito non si capisce bene, parrebbe una via di mezzo fra 5:5 e 6:4, te che mi dici ???

        1. Mi sembra che più volte si usi il termine “stiffer” che solitamente identifica canne 6:4 oppure 7.3. Non credo sia talmente morbida da poter essere considerata una 5:5. Canne con azione più di punta aiutano inoltre una corretta distensione della lenza. Ciao

  28. Buona sera
    Volevo chiederle dove posso trovara la daiwa sagiri
    Ho visto su ebay in usa 132 euro
    Ma poi non so tasse
    Grazie
    Giorgio
    Complimenti per tfa

  29. Buongiorno! è passato diverso tempo dall’ ultima volta che ho scritto e tra una pescata e l’ altra, ho una domanda da porti. In queste recenti serate estive mi sono imbattuto in piccoli temoli che anche se ormai abbastatnza rari, regalano belle soddisfazioni nelle pesca in stile Tenkara. Ho notato che questo pesce “pazzo e difficile” come diceva un mio amico, molto spesso se vede arrivare prima il nylon e poi la mosca…. assolutamente rimane li immobile e non c’è verso che si muova! Quindi ho ottenuto risultati lanciando con una linea più lunga e facendo lanci “sottovetta” in modo da posare la lenza con una curva in acqua. Questo pero non è sempre facile con un sistema come la Tenkara dove si usa un sistema lenza-tip-mosca affondante.
    Il problema nasce dal fatto che io pesco sempre e comunque a salire ritenendo questo sistema molto efficace.
    Tu come ti comporti? ti è mai capitato di trovarti davanti a questa situazione?
    Ciao!
    Francesco

    1. Ciao Francesco, a me e’ capitata una cosa simile pescando in un no kill mentre era in corso una schiusa. Ho effettivamente fatto due belle catture facendo anticipare la mosca rispetto alla linea. Il fatto che il sistema lenza non galleggi non ritengo sia un limite alle catture. Pescando a risalire non ci sono alternative: se l’ambiente te lo permette e hai lo spazio per farlo e’ preferibile affrontare lateralmente lo spot lanciando ortogonalmente al corso d’acqua. Appena riesco inserisco un video che ho fatto in valse sia in cui Sakakibara effettuava un lancio proprio con lo scopo al quale accennavi tu. Ciao

      1. Infatti quella volta, dopo un po di lanci scarsi, iniziai a lanciare quasi frontalmente alla riva opposta. Ma le abboccate iniziarono solo quando la lenza si posava in acqua con una curva ampia e la gobba contro corrente. La difficoltà che ancora trovo in questa situazione e controllare perfettamente il sistema lenza.tip.mosca sott’ acqua ovvero, ho perso diverse ferrate.
        Ciao!

  30. Ciao
    sono riuscito a trovare la daiwa sagiri e da poco mi è arrivata
    concordo con te , canna esagerata una vera piuma
    anche se a dire il vero ho avuto una doppia sorpresa
    ho ordinato e pagato la 39
    apro e scopro di aver ricevuto una 45
    peccato perche avevo in mente luoghi di utilizzo diversi sopratutto ero curioso dei 58 gr
    mi applicherò altrove ugualmente
    Giorgio

    1. Ciao Giorgio, molto strano quello che ti è accaduto. Da chi hai acquistato la canna? Immagino che anche la 45 sia ottima ma probabilmente per gran parte dei torrenti risulta più idonea la 39. Magari comprerai la sorella minore la prossima stagione. Ciao

      1. La canna arriva direttamente da un venditore in giappone diversamente non si trovava resta comunque un ottima canna poi abitando vicino all adda lodigiano e al basso brembo gli spazi aperti non mancano
        Grazie
        Giorgio

  31. Buonasera Davide,

    sono un pescatore piemontese, appassionato di spinning ma ormai innamorato di questa tecnica, sia per la sua storia che per la sua applicabilità.

    Mi chiedevo se potevi consigliarmi una canna per iniziare, così da avvicinarmi a questa tecnica con i giusti mezzi e senza partire con qualcosa di troppo specifico. Di questo starter kit che ne pensi? http://www.tenkaratimes.com/tenkara-gear-storefront/tenkara-starter-kit

    Complimenti per il blog. Pieno zeppo di info, dettagli e passione! Assolutamente stimolante.

    Ti ringrazio per la disponibilità.
    Buona serata.
    Luca

    1. Ciao Luca, scusa il ritardo nella risposta. Non conosco lo starter kit di Tenkara Times ma quello che so e’ che ha del buon materiale da tenkara. Io ho provato la Tenkara Try 3.90 azione 7.3 che mi è stata inviata da Oleg, gestore del sito Tenkara Times, a titolo gratuito per un test e successiva recensione (a breve la inserirò’ nel blog). Ne sono rimasto piacevolmente impressionato, molto leggera, potente e ben rifinita. Per te che muovi i primi passi con la tenkara potrebbe essere una buona alternativa dato che vista l’azione poco morbida ti potrebbe aiutare ad adattarti a questa tecnica dato che provieni dallo spinning e difficilmente avrai avuto a che fare con canne morbide come quelle da tenkara. Abbinata ad una level 4.5 ti permette di “sentire” la canna mentre si carica e allo stesso tempo iniziare a pescare già nel sistema corretto cioè utilizzando le level in fluorocarbon. Poi quando prendi confidenza e sviluppi maggiore sensibilità puoi scendere ad una level 3.5 e a quel punto sei a mio parere correttamente attrezzato per vivere a pieno le potenzialità e il piacere di questa tecnica. Nel web comunque ci sono un sacco di canne da tenkara anche da 90 euro (esoterik tackle) ma non avendo le potute provare non mi posso esprimere. Ciao

  32. Buona sera sono un pam friulano e ho visto questo sito e vorrei porti qualche domanda;
    oltre una canna dedicata, la “coda” che usi come è composta ?
    si può costruire o si trova solo in commercio?
    grazie anticipatamente
    Andrea

    1. Ciao Andrea, in realtà non si utilizza una vera e propria coda ma si utilizzano lenze level fatte da un semplice spezzone lungo quanto la canna o piu’ di fluorocarbon specifico, nel senso che rispetto al fluorocarbon che trovi in qualsiasi negozio ha caratteristiche di peso specifico superiore a parità di diametro. Mediamente si pesca con uno 0,28 al quale si collega circa 1,2 di tip dello 0,12 o 0,14. Esistono e vengono parzialmente utilizzate anche code intrecciate in Kevlar che presentano un minimo di rastremazione, aspetto che può aiutare nel lancio. Considera che comunque il punto d’arrivo e’ riuscire a pescare con la level in fluorocarbon in quanto ti permette di fare cose che il trecciati non permette. Se ti servono link per l’acquisto delle level fammi sapere. Ciao

  33. Grazie per i chiarimenti; ho provato ad utilizzare un finale a nodi che utilizzo normalmente per una coda 2 ma non ci siamo; gentilmente riesci a darmi qualche link
    Grazie per la tua disponibilità
    Andrea

  34. Salve. Vorrei vendere una Daiwa Soyokaze 27Sr in quanto non la utilizzo. Per eventuali info potete contattarmi. Grazie. Antonio.

  35. Buongiorno..
    dopo aver letto questo articolo, http://tenkarafriuli.wordpress.com/2013/10/10/tenkara-try-390-73-by-tenkaratimes/ ho pensato bene di consigliare ad un mio amico che si avvicina alla Tenkara la TRY 390, e abbiamo proceduto con l’ordine. Purtroppo nel pacchettino che mi è arrivato c’erano le line, ma mancava la canna. Adesso non so come fare.. e soprattutto chi contattare. Ho qualche possibilità di recuperare i soldi o magari la canna che avevo ordinato ?? da quanto ho letto fino ad adesso sono molto seri.. Speriamo. Grazie, Rocco.

      1. Sono stato contattato dal gestore del sito, sia tramite mail che sul gruppo facebook che seguo quì in Italia. È stato gentilissimo. Mi ha detto che la canna viaggia in un altro pacco. Se tutto va bene dovrebbe arrivarmi domani. Grazie comunque per l’interessamento. Non vedo l’ora di provarla e di metterla a confronto con la Nissin che ho già.

        1. Meglio così. Non so quale Nissin hai ma la Tenkara Try 390 è bella tosta con molto “nervo”. Immagino la troverai più rigida di quella che possiedi ma risulta anche estremamente leggera. Fammi sapere come vanno le prime uscite, ciao

  36. Buonaseara! Come va? era da molto che non frequentavo più il tuo blog. Riposti e sistemati sci per la prossima stagione, ho da poco ( apertura posticipata quest’ anno ) ripreso la canna in mano qui in Alta Savoia e i miei amati torrenti sono in maggioranza ancora torbidi. Questo pero non mi impedisce di pescare nella parte bassa della valle dove il fiume diventa calmo e leggermente più limpido. Per cercare di lavorare un po a fondo ( acqua alta un metro ), quasi per gioco ho usato tre kebari belle pesantine montate insieme sullo stesso tip con i braccioli…. E’ solo un caso fortuito che prendo molte più trote rispetto alla pesca con la solita e fidata kebari? oppure il fatto di usare tre mosche rende la trota più aggressiva? Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi e se tu hai mai testato la doppia o tripla kebari. Ciao!

    1. Ciao Francesco, tutto bene grazie. Io ho sperimentato una sola volta l’utilizzo di 2 mosche ma dopo dieci secondi ho tolto tutto perché il lancio, utilizzando lenze level in fluorocarbon, era ingestibile. Non a caso la tenkara e’ nata per l’uso della mosca singola ed in questa conformazione da il meglio di se. Non è un caso che tu abbia maggiori catture con 3 mosche dato che riesci a proporre al pesce un menù vario e appetitoso. Per quanto mi riguarda dopo quell’esperimento che feci 2 anni fa non ci ho mai più riprovato e le catture non sono comunque mancate.
      Ciao

      1. Grazie per la risposta. E’ vero che il lancio non è più lo stesso ma io ho risolto con dei movimenti più dolci e ampi e soprattutto, i braccioli sul tip li ho ridotti a 4 cm di lunghezza. Forse domani mi stanchero’ di lanciare tre kebari insieme! ciao!

  37. Ciao complimenti per il blog, ho iniziato da poco con questa pesca, solitamente pescavo al tocco ma le vittime erano all’ordine del giorno con la tenkara invece si salvaguarda il pesce e il combattimento è molto divertente.. mi sono costruito qualche kebari con buoni risultati in acque poco profonde, ma in pozze di 2 metri di profondità ho notato una certa difficoltà a far abboccare il pesce..mi sono costruito qualche ninfa con pallina di tungsteno a radere il fondo e le abboccate dove prima passavo con la kebari sono aumentate notevolmente.. solo che non si parla più di tenkara a questo punto e ciò mi dispiace.. voi in pozze molto profonde appesantite le vostre kebari per raggiungere le buche sotto la corrente? Grazie mille..

  38. Buonasera a tutti.. esiste una tabella di comparazione che aiuti a capire un level da 4,5 piuttosto che da 3 o 3,5 a quale diametro “europeo” corrisponde ??
    Grazie, Pjo

    1. Eccoti accontentato:
      # 1.5 diametro .205mm
      # 2 diametro .235mm
      # 2.5 diametro .26 mm
      # 3 diametro .285mm
      # 3.5 diametro .31mm
      # 4 diametro .330mm
      # 4.5 diametro .35mm
      Ciao

  39. buon giorno, vorrei iniziare questo tipo di pesca è sto ricercando più informazioni possibili (normalmente pesco in torrente, al tocco e a spinning anche ultra light). Sono alla ricerca di tutto il materiale dalla kebari, alla canna. Vorrei qualche consiglio per gli acquisti con un budget diciamo da 90 a 130 euro.
    Grazie in anticipo matteo

    1. ciao Matteo, se vuoi spendere molto poco potresti optare per lo Starter Kit di Tenkaratimes (http://www.tenkaratimes.com/tenkara-gear-storefront/tenkara-starter-kit) che costa € 89 e comprende canna da 3,6 m azione 6:4, 3,5 m di level line e 5 kebari. Altra alternativa altrettando economica è quella di Eurotenkara (http://www.eurotenkara.com/shop/tenkara-fishing/2-nano-tenkara-rod-rf-tatanka.html) allo stesso costo. Sottolineo che non ho avuto modo di provare nessuna delle due canne. Quello che ti consiglio io è quello di acquistare subito una buona canna spendendo poco meno del limite massimo del tuo badget grazie ad uno sconto che mi viene applicato. Però per questo soluzione mandami una mail a tenkarafriuli@libero.it
      Ciao

  40. Ciao
    mi chiamo emiliano, classe ’71 e pesco a mosca da diversi anni. Quest’estate, per caso, ho provato la tenkara ed è stato amore a prima vista…
    Da qualche settimana, grazie a pipam, al tuo blog e a quello di Muc, ho iniziato ad informarmi ed approfondire l’argomento tenkara con l’intenzione di attrezzarmi ed iniziare a praticarla nei torrenti ed affluenti della mia zona (Aveto e Trebbia + affluenti e riali).
    Però ammetto di avere ancora molti dubbi e incertezze su cosa acquistare per iniziare…

    Avendo l’intenzione di pescare al 90% su selvatico, negli affluenti e nei riali spesso infrascati, ho pensato ad una 320 6:4 (nissin prosquare 320 o tenkara try 320) … può andar bene? o mi suggerisci di prendere comunque una 360 per sfruttarla anche in Trebbia e Aveto?

    Altro quesito: sento un gran parlar bene della Sakakibara Special… però nel sito del maestro Masami non c’è alcuna canna con quel nome ma tre modelli nominati type I, II e III .. sono la stessa cosa?

    1. Ciao Emiliano, m ifa piacere aver contribuito al tuo coinvolgimento nelle tenkara. In merito all’attrezzatura sicuramente una canna da 320 non può essere considerata una “all round” al livello di versatilità. Purtroppo è difficile con una sola canna soddisfare le esigenze per i piccoli riali e per i torrenti più ampi. Potrei consigliati la Daiwa Sagiri 39MC che può essere utilizzata sia in versione 340 che 390. Si tratta però di una canna non da tenkara ma seiryu. E’ la mia preferita e con questa canna ho preso moltissimi pesci incluse marmorate sopra il kg. E’ difficile da trovare ma ultimamente ho visto che su http://www.tenkaraya.com è disponibile. Io su questo sito ho acquistato la 45MC (400 – 450 cm) ed anche questa è fenomenale ma stiamo parlando di esperienze e gusti personali. Tra i modelli che hai proposto tu propenderei per la Nissin. Con la 360 in riali infrascati avresti difficoltà nel lancio.
      In merito alla Sakakibara Special che possiedo anch’io posso dirti che mi risulta fosse il primo modello commercializzato attraverso canali non ufficiali (io l’ho acquistata tramite conoscenze in comune con il maestro). Poi date le frequenti richieste di tale modello, Sakakibara ha deciso di creare una nuova collezione composta dai 3 modelli attuali. Credo che la Special non sia disponibile ma se vuoi contatto il maestro e glielo chiedo.
      Se hai bisogno di altro scrivimi, ciao

      1. Rieccomi! 🙂
        Ti rispondo qui perchè non saprei come altro inviarti la mia mail.
        Ti ringrazio per le informazioni e i consigli, però ora sono ancor più indeciso e confuso. Penso che rinuncerò (almeno per il momento) all’infrascatissimo e continuerò ad andarci con la mia fida xp 7,6 😉
        A questo punto mi posso orientare su una 3,60 o 4 mt, ma questa è l’unica cosa certa per il momento.
        Ora il dubbio principale che ho è se optare per un’azione più morbida 6:4 o più rigida 7:3 … cosa mi consigli?
        riguardo alla sakakibara ho inviato una email allo shop ed in tempi rapidissimi hanno risposto così:
        (QUOTE)
        Dear emiliano
        Thank you very much for your inquiry about Sakakibara special.
        Sakakibara special is Oni rod type Ⅰ.
        We have been to Italy then I sell Oni rod type Ⅰ.
        We saw overseas fish. There are big!
        After I meke Oni rod TYPE Ⅱ.
        This rod is strong more than typeⅠ for overseas fish.
        You can buy Oni shop.
        (QUOTE)

        in alternativa pensavo alla nissin pro square 360

        A questo punto non resta che decidere, ma a causa della mia assoluta inesperienza, non saprei proprio cosa scegliere .. type 1 type 2 o prosquare 360?
        grazie infinite
        emi

        1. Non volevo crearti ancora più dubbi ma è meglio dire le cose come stanno. Se ti avessi detto che con una 360 facevi tutto sarebbe stato azzardato. Per quanto riguarda la scelta tra la Oni Type 1 o 2 e la Nissin posso garantirti che parliamo di due livelli differenti sia in termini qualitativi ma sopratutto in termini di prezzo. La Oni si aggira sui 227 euro più spedizione e presumo costi di sdoganamento mentre per la Nissin sei sui 130 euro. Dipende da quale budget hai definito per l’acquisto.
          In merito all’azione 6:4 oppure 7:3, data la tua precedente esperienza con la PAM, potresti tranquillamente orientarti verso la 6:4 che più si addice alla tecnica della tenkara. La 7:3 avendo un’azione più di punta agevola coloro i quali non hanno pratica nella gestione di lenze o code “volteggianti” quindi per chi proviene dallo spinning oppure altri generi di pesca ed hanno quindi minor sensibilità nel lancio. Se hai pazienza di attendere 2 settimane posso darti un ulteriore giudizio su una nuova canna 360 azione 6:4 (non ancora in distribuzione) che mi verrà inviata per un test e relativa recensione che devo scrivere. La marca te la comunicherò più avanti.
          Ciao

        1. Credo che solo Tenkaraya ti possa aiutare visto che sono rimasti gli unici a vendere la SAGIRI. Mi sembrano molto disponibili quindi, se possono, credo ti aiuteranno. Ciao

  41. Hai un blog molto bello e coinvolgente, vorrei che mi indicassi dei siti dove poter acquistare canne e attrezzature da tenkara, sarei interessato a una Nissin pro spec 2 6:4, sai dove posso acquistarla?

      1. Ciao tenkaristi!
        Ho trovato questo sito giapponese, della tenkara NISSIN, c’è tutto quello che hanno, con tanto di specifiche tecniche, inoltre qui costano la metà di quello che pagate in italia, ma sinceramente non ho idea in fatto di costi di spedizione e tutto il resto, se avete dubbi vi ricordo sempre di fare domande ai fornitori, ultimamente i giapponesi e non solo loro, risparmiano sui materiali, okkio al manico di sughero, alcuni sono veri, altri finti, anche se in foto sembrano veri, assicuratevi che abbiano anche pezzi di ricambio.

        http://www.plat.co.jp/shop/catalog/advanced_search_result/language/en/?keywords=NISSIN+PRO+SQUARE&x=0&y=0

      2. Ho letto del sito giapponese plat
        io ho acquistato di recente delle tanago(fantastiche) che solo li trovavo
        prezzi interessantissimi consegna rapida e molto curata
        però come sorpresa delle tasse doganali mostruose rapportate a una tenkara costerebbe come da noi.

        1. Ciao Giorgio, purtroppo sulla dogana nulla si può fare. Se tenti di non dichiarare il valore del contenuto ti bloccano la merce, se chiedi di dichiarare un valore inferiore al negoziante ti dice di no quindi non c’è soluzione. Unica via è avere qualche conoscente/amico che va direttamente in Giappone ma so che è impresa ardua.
          Ciao

  42. Buongiorno Davide,
    inanzitutto le faccio i complimenti per il Suo blog e per la passione che ne traspare per questa splendida e (mi passi il termine) artistica tecnica che pratico ormai anch’io da qualche anno,
    c’è la possibilità di contattarLa privatamente?

  43. Buongiorno,volevo chiederle se Poteva (visto la sua esperienza nel settore)dirmi qualcosa sulle specifiche di questa canna. Tenkara LL36S.F grazie claudio

    1. Ciao Claudio, purtroppo non ho avuto la possibilità di provarla ma trattandosi di Daiwa sono certo che si tratti di un ottimo prodotto. Se hai facebook ti consiglio di iscriverti al gruppo TENKARA ITALY, forse trovi qualcuno che l’ha provata e può fornirti un giudizio attendibile.
      Ciao

    1. Ciao Gilberto, l’argomento bambù nella tenkara è ancora un po oscuro. Mi è capitato una o due volte di vedere su internet offerte di canne da tenkara in bambù ma il prezzo era superiore ai 500 euro. Quella che ha portato Sakakibara quest’anno a Branzi mi sembra la vendesse a 400 euro. Io ho provato a sentirla in mano è sembrava un’ottima canna anche se provarla in pesca è tutt’altra storia.
      Ciao

  44. Salve, dovrei pescare in un fiume di fondovalle, largo da pochi metri fino a 15-18 max 20, in cui si alternano piane e lame tranquille a correnti anche veloci con acqua più profonda.
    Il problema è la taglia del pesce: sono molto frequenti le catture sui 50 cm ed arrivano anche a 70.
    Quasi tutti mi hanno sconsigliato di pescarci a Tenkara.
    Io invece ci vorrei provare, ho visto molti video e letto molti articoli in cui (pur venendo un po’ meno lo spirito originale della Tenkara), si dice che si possono guadinare tranquillamente pesci di quella taglia.
    Naturalmente le campane sono le più disparata, chi dice che sia meglio utilizzare una canna ad azione più morbida poichè si riesce a stancare meglio il pesce ed evitare rottur del tip, chi invece dice di andare su una 8:2 per poter forzare se occorre.
    Ho letto un bell’articolo sulla Amago di TenkaraUSA e visto anche vari video in cui effettivamente con questa canna si portano a riva catture di taglia notevole, che so essere una 4,10m ad azione 6:4.
    Non ho letto e visto niente di preciso, ma so che esiste anche la Nissin Pro Square ad azione 8:2 e dicono sia molto potente.
    Vorrei che mi consigliaste una canna adeguata a quello spot, per lunghezza ed azione.
    Grazie

    1. Ciao Daniele, l’ambiente di cui parli è molto vario e quindi difficile da inquadrare con una sola tipologia di canna. In ogni caso con una 4 metri dovresti riuscire ad affrontare un po tutte le situazioni. I pesci da 50 a 70 cm sono gestibili a tenkara ma dipende molto dalla conformazione del fiume nel punto in cui effettui la cattura. Se il tratto è relativamente stretto sarai avvantaggiato in quanto il pesce non avrà spazio di manovra per allontanarsi da te. Se invece la cattura la fai un un tratto largo li iniziano le difficoltà. In funzione della profondità potrai o meno avventurarti in wading ma se ciò non è possibile allora dobbiamo ragionare su terminali e canna. Tu parlavi di azione 8:2 ma, a mio parere, non conta molto l’azione ma il “nervo” che la canna possiede. Mi spiego: sia la AMAGO sia la PRO SQUARE 8:2 sono canne con un limite di rottura si elevato ma fino ad un certo punto. Io con la AMAGO ho avuto brutte esperienze con svariate rotture ferrando anche su cavedani da 30-40 cm con i quali la canna è esplosa in ferrata. Magari adesso le hanno migliorate. La PRO SQUARE 8:2 a mio parere è troppo rigida e potrebbe non sopportare e ammortizzare le sfuriate del pesce. Due soluzioni: Nissin Zerosum Oni Tenkara Honryu 450, mi dicono essere una canna decisamente tosta, con una piacevole azione (l’ho provata su prato) ma stancante su pescate di molte ore in quanto leggermente sbilanciata in punta (comunque ottima canna); seconda soluzione è passare ad una canna da Keiryu, canne piacevoli ma toste e che permettono di forzare il pesce con più energia. Io ho la Daiwa Kyose 43 MF, leggera,bilanciata e molto strong. Ci puoi comunque pescare con level da tenkara senza nessun problema e portare a riva pesci da 40 senza nemmeno accorgerti.
      Se i pesci che puoi trovare sono di taglia importante usa un tip dello 0,16 o 0,18. So per certo che sulla Nissin ONI un’amico ha spezzato lo 0,18 con un trotone ma la canna ha retto alla grande. In ogni caso non rinunciare, prova ugualmente con la canna adatta, magari parti con uno 0,16 per evitare di rompere la canna al primo combattimento e poi, se necessario, aumenti il diametro del tip. Come hai giustamente detto tu è quasi una forzatura affrontare questi pesci a tenkara essendo questa tecnica nata per pesci di torrente di taglia modesta. Siamo pur sempre pescatori e la sfida è la nostra linfa vitale. Facci sapere come andrà.
      Ciao, Davide

      1. Ciao, grazie della risposta molto esauriente 🙂
        E’ vero che le noi pescatori amiamo le sfide, e penso anche che qualsiasi tecnica possa essere adattata al contesto in cui deve essere usata. Si perde forse un po’ lo spirito originale, ma succede così per ogni tecnica soggetta ad una certa evoluzione, penso solo alla pesca a mosca al luccio o alla roubaisienne in carpodromo. Inventare è il bello della pesca. Nel fiume in questione (il Tail Water Sieve), si può entrare in acqua anche se solo fino ad un metro di profondità, ma io non amo molto gli waders e se posso preferisco pescare a piede asciutto. Ho visto che la Nissin Zerosum Oni Tenkara Honryu (che mi attira moltissimo) è difficile reperibiltà qui in Italia, sapresti indicarmi un sito dove poterla acquistare? Dato la sua lunghezza e potenza, penserei anche di poterla utilizzare anche nel lago di Meggima (vicinissimo a dove vado in vacanza), e dove è chiaramente necessario lanciare una lenza più lunga della classica 1,5 volte la canna. Magari una volta faccio un salto in Friuli, sono originario di Gemona ma è dai giorni del terremoto che non ci torno, ci andai con mio padre, non avevo nemmeno dieci anni) per vedere i danni alla casa di mio nonno, ma mio cognato, accanito PAM ci viene spesso. Grazie ancora.
        Ciao, Daniele

        1. Io preferisco non parlare di evoluzione in riferimento alla tenkara. E’ una tecnica che non ha bisogno di evolvere in quanto già completa. Mi piace più parlare di adattamento alla situazione del momento pur rimanendo il fatto che applicata a pesci di dimensione sopra i 50 è sicuramente “fuori luogo”. C’è un ragazzo che vende la Nissin Zerosum Oni Tenkara Honryu usata ma praticamente nuova a € 250 spedizione inclusa. Considera che nuova di listino costas € 380. Ti lascio la mail del ragazzo: niccolo.pietra86@libero.it
          Ciao

  45. buongiorno a tutti, mi sono affacciato da pochissimo alla tenkara acquistando una canna 360 azione 6:4, un paio di prove sul torrente piuttosto incoraggianti con qualche cattura ed un approccio “diverso” dalla classica mosca che pratico da ormai 30 anni. Volevo costruirmi dei finali da tenkara intrecciando i nylon, qualcuno ha delle dritte sulle misure degli spezzoni , come congiungerli fra di se’ , procedure per la costruzione ecc.ecc. perche’ in rete ho trovato poco o niente . Grazie mille e complimenti per il sito

  46. Buonasera a tutti, sono Andrea, vorrei provare l’affascinante tecnica della tenkara!però avrei bisogno di qualche consiglio sull’acquisto di una canna!io pesco in Piave in un tratto di fondo valle più o meno largo,con trote di bella taglia anche sopra i 50 cm!che attrezzatura mi consigliate??vi ringrazio moltissimo!!e sempre w la pesca!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *